HUMAN PERFORMANCEVuoi allenarti come un professionista?

Allenatore e Preparatore atletico - Triathlon, Duathlon

triathlon 01

 

La mia prima gara di Triathlon era di tipo promozionale.

Ricordo però che in acqua feci una fatica incredibile, il nuoto infatti  non era la mia specialità e le bracciate non finivano mai. Uscito dalla vasca stremato, mi precipitai verso la bici da corsa (di mio fratello!).

I giri nel parco forlanini avvenivano ad un ritmo frenetico, avevo una buona gamba e volevo recuperare il tempo perduto.

Ma non era giornata, infatti poco tempo dopo bucai la ruota anteriore e dovetti proseguire sul cerchione. Facendo attenzione a non rovinare la preziosa sfera metallica mettevo il peso del corpo indietro come se volessi impennare un bolide, e tale era l'ingegno che il pneumatico anteriore sfiorava il terreno con innaturale dolcezza. Una fatica bestiale!

A questo punto iniziava la terza prova quella per me più edificante. Un fatto però mi lasciava perplesso, la mia andatura non era verso l'avanti ma verso l'alto. Avevo infatti acquisito lo schema motorio della pedalata e la mancanza di recupero elastico indotto dal ciclismo mi vedeva lottare per recuperare gli antichi schemi motori, quelli per i quali ero più a mio agio, quelli della corsa.

Ci volle qualche istante di adattamento (potenza del cervelletto) e poi proseguii spedito!

E' stata un bella esperienza, passare da uno sport all'altro nella stessa gara ti consegna un senso di completezza, hai la certezza matematica che ogni muscolo del corpo si sia impegnato a fondo per trascinare verso il traguardo la tua volontà.

Sai cos'è il MaxLaSS (Maximal,Lactate, Stady State). Tu che fai Triathlon hai bisogno di questo!

Ti serve però un allenamento personalizzato.

Dicono di me - Triathlon

  • “Vuoi allenarti come un professionista?”…questa frase continuava a rimbalzarmi in testa. L’avevo letta sul sito si Paolo Lazzarin mentre googolavo alla ricerca di un allenatore per le mie amatoriali ambizioni di triatleta. Il termine professionista, nell’accezione sportiva, mi attirava e mi appariva cosi lontano da me: cosa centravo io col professionista? Io 46enne, io padre, io impiegato, io che lo sport lo considero uno svago come posso accostarmi al “professionista”? Eppure ne ero sempre più attratto. Alla fine ho seguito l’istinto e la curiosità e ho contattato Paolo. Da subito mi ha colpito la cura del dettaglio e la professionalità con cui si relazionava ad un amatore come me: per prepararmi il mio prima programma ha raccolto informazioni che mai e poi mai avrei ritenuto rilevanti per la mia vita sportiva. Col tempo ho capito perché! Paolo non cura solo l’aspetto della semplice prestazione sportiva: l’allenamento è un percorso fisico e mentale. Ogni seduta è pianificata sulla base delle precedenti performance che lui puntualmente analizza e commenta. Ecco cosa vuol dire allenarsi come un professionista: hai un percorso tracciato verso un obiettivo e Paolo è sempre puntuale nel darti gli elementi per procedere dritto verso la meta. Da quando mi alleno con lui ho decisamente migliorato la mia condizione, ho tenuto quei piccoli fastidiosi infortuni da allenamento alla larga, mi sono divertito allenandomi e ho sempre avuto chiara la funzionalità di ciascuna sessione. Grazie Paolo, allenarsi come un professionista è davvero utile, stimolante e decisamente divertente.
    Riccardo C. (Triathlon, Ironman)
  • Metodo di lavoro professionale, mi sono sono trovato benissimo, disponibile ad ogni chiarimento, essere seguito giorno per giorno è una grande cosa per capire quando si è in forma e quando no. Anche se per mail, comunque è come avere un allenatore che ti segue da vicino costantemente.Così gli esercizi oltre che completarli sempre si cerca di svolgerli sempre dando il massimo.Ho capito l’importanza di lavorare con la fc monitorata ad ogni allenamento e gara.L’importanza di saper gestire le crisi di fame e di idratazione sempre tramite la fc. Tutte cose che senza il tuo metodo non avrei mai pensato di monitorare. Solo nel guardare i tempi infatti non si migliora.
    Simone B. (Triathlon, Sprint, Olimpico)
  • Ho trovato Paolo per caso perché ero in cerca di un buon metodo di lavoro, in questi tre mesi mi sono trovato benissimo gli allenamenti mirati per le mie capacità in base al tempo che ho mi hanno permesso di migliorare, un allenatore preparato molto gentile disponibile ed onesto...purtroppo causa arrivo secondo figlio devo sospendere per un periodo ma sicuramente appena ho bilanciato i tempi ritornerò da lui per essere seguito...per il momento posso solo dire GRAZIE PAOLO
    Andrea B. (Triathlon)
  • Salve mi chiamo Salvatore e pratico il Triathlon da circa due anni. Cominciai facendo sport con un gruppo di amici, senza particolari obiettivi o metodi di allenamento. Dopo circa un anno mi resi conto che avevo bisogno di qualcuno che mi aiutasse a sfruttare al meglio il tempo a disposizione, fosse in grado di definire piani di allenamento focalizzati agli obiettivi che mi ero posto e su misura; fin dall’inizio avevo chiaro che uno degli obiettivi principali era quello di divertirmi ma senza farmi male, evitando metodi e carichi che potessero provocarmi infortuni. Paolo mi fu raccomandato da un amico ciclista e dopo averlo chiamato ed esserci conosciuti per telefono gli chiesi subito di seguirmi. In lui ho trovato molto più di un semplice allenatore. Infatti, oltre a mandarmi puntualmente feedback sugli allenamenti fatti, grazie ai suoi suggerimenti ho iniziato a capire meglio come le sensazioni fisiche sono correlate ai tipi di allenamento, ho imparato piano piano a gestire meglio il mio corpo e a capirne i limiti, diventando familiare con termini quali soglie aerobiche e anaerobiche, frequenze di recupero, carico di carboidrati etc. Paolo è sempre presente ma non invadente, ti stimola ad essere costante e senza che te ne accorgi ti porta piano piano a superare i tuoi limiti. La cosa che mi piace di più poi è commentare con lui le sensazioni avute in gara e ricevere la sua analisi dei grafici di frequenza cardiaca e velocità. Sempre imparo qualcosa di nuovo. Con lui ho imparato tanto anche sull’alimentazione sia pre gara che post. Dopo circa un anno che mi segue posso dirmi sicuramente soddisfatto. Tra l’altro sembra che i suoi metodi stiano dando i suoi frutti. A inizio febbraio, in una gara di duathlon, sono arrivato per la prima volta sul podio! 
    Salvatore B. (Triathlon- Duathlon)
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

LE NOSTRE GARE:

Gran Prix Milano, Sprint Lignano, Chia Sardinia Triathlon, Città di Asola, Andora, Challenge Riccione, Sabaudia, Città di Salò, Città di Caorle, Triathlon della Tuscia, Bracciano, Città di Brescia, Città di Piacenza, Città di Viareggio, Peschiera del Garda, Catania, Città di Candia, Lovere, Arona, Mergozzo, Forte Village Challenge Sardinia, Roma, Caldaro, Le Bandie, Segrate, Albatour, Bardolino, Iseo, Città di Recco, Grado, Cesenatico, Ironman Isola D'elba, Ironman Klagenfurt, Ironman Zurigo, Ironman Nizza, Ironman Cervia.