caffè

Caffè

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

La pianta del caffè, della famiglia delle Rubiacee, appartiene al genere Coffea,che comprende circa ottanta specie.Dal punto di vista commerciale solo due specie hanno rilevanza:La coffea arabica e la Coffea canephora, più conosciute come Arabica e Robusta.

Contenuti:Oltre alla caffeina, il caffè contiene la niacina, altrimenti definita vitamina B3/PP, che viene attivata mediante la tostatura dei semi: una tazzina di caffè ne può contenere fino a 1 mg.
Questa vitamina svolge alcune funzioni importanti per:
– il metabolismo, ossia l’assimilazione delle proteine e degli zuccheri;
– l’attività del sistema nervoso;
– la prevenzione delle malattie del sistema cardiovascolare;
– la produzione degli ormoni sessuali;
– le proprietà disintossicanti;
In 100 g di caffè in polvere sono presenti 10,4 g di proteine, 15,4 g di lipidi, 28,5 g di zuccheri, e ben 287 kcal; tuttavia, il caffè di per sé non incide molto sul bilancio calorico, perché per prepararne una tazzina bastano solo 6 g circa di polvere.
Inoltre, i nutrienti passano solo in minima parte nella bevanda, perché la polvere viene filtrata.

Proprietà:Se assunto nella dose massima di 2 o 3 tazzine (distribuite nell’arco della giornata e dopo i pasti), il caffè può rivelarsi utile in un regime dietetico dimagrante, perché è in grado di aumentare la quantità di calorie bruciate ogni ora; inoltre, esercita un’azione stimolante su:
– sistema nervoso, favorendo il lavoro mentale;
– attività muscolare, determinando un aumento della capacità lavorativa dei muscoli;
– sistema cardiovascolare, per la sua azione vasodilatatrice, che produce un lieve aumento della pressione arteriosa;
– secrezione dell’acido cloridrico, che favorisce la digestione;
– funzione renale; con l’aumento della diuresi.

Attenzione!Un consumo eccessivo di caffè potrebbe provocare:
– accelerazione della frequenza cardiaca;
– insonnia;
– tremori;
– eccessivo aumento della pressione sanguigna, in soggetti a rischio;
– accelerazione del processo di demineralizzazione ossea, perché favorisce l’eliminazione del calcio dell’organismo.
Per limitare gli inconvenienti di un’assunzione eccessiva di caffeina, si può fare uso di bevande decaffeinate.
Caffè sotto esameTra i numerosi studi condotti in Europa, uno è stato realizzato in Italia, precisamente nel bacino lombardo, e ha coinvolto 7000 soggetti di ogni età.
La ricerca ha evidenziato che un eccessivo consumo di caffè può determinare ipercolesterolemia (aumento di colesterolo nel sangue), che rappresenta un elevato fattore di rischio per tutte le malattie cardiovascolari.
L’ipercolesterolemia, però, sembra che non sia causata dalla caffeina, ma da una sostanza ancora sconosciuta.
Pare che l’effetto nocivo di questa sostanza aumenti quanto più la polvere di caffè rimane a contatto con l’acqua calda.
Sarebbe quindi il caffè alla turca o all’americana, e non quello preparato con la moka all’italiana, a determinare l’ipercolesterolemia.

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Coach Paolo Lazzarin

Allenatore e Preparatore Atletico Professionista esperto in tecnologia del rendimento, Mental Coach e Digital Coach.
Autore e creatore di Human Performance, un innovativo metodo di sviluppo della prestazione individuale e collettiva.

Richiedi Informazioni

Compila questo modulo per richiedere informazioni.
Sarai ricontattato il prima possibile.

Oppure scrivi una email a info@paololazzarin.com

Domande Frequenti

Se decidi di iniziare, ti invierò un questionario da compilare online, poi dovrai effettuare il pagamento trovi le coordinate bancarie nel mio listino prezzi.

Successivamente ti invierò il materiale per le autovalutazioni.

Il programma infatti si basa su una precisa valutazione individuale fatta attraverso test di autovalutazione gratuiti autogestiti.

Poi  è necessario definire gli obiettivi personali (partecipazione a gare) indicando inizio e fine della propria stagione oltre alla propria disponibilità settimanale all’allenamento in termini di ore e giorni.

Con le informazioni ricevute costruirò un programma di allenamento personalizzato e di precisione su base settimanale, il programma viene caricato il lunedì mattina o domenica sera (su richiesta) nella cartella condivisa di google drive.

Ogni 3 mesi verrà realizzato un test di verifica.

L’intera filosofia di allenamento ti sarà più chiara strada facendo, poiché riceverai continuamente da me feedback, email formative e risposte alle tue eventuali domande/dubbi.

Si, posso creare programmi personalizzati per ogni atleta, amatore, dilettante o professionista.

Serve un dispositivo che misuri frequenza cardiaca e velocità, quindi un dispositivo GARMIN, POLAR o Suunto,  vanno bene anche applicazioni come STRAVA, Runtastic ecc.

Gli allenamenti possono essere realizzati indifferentemente indoor sui rulli nel ciclismo e tapis roulant per la corsa oppure  in esterno, decidi tu.

Il programma viene congelato, non perdi nulla, potrai riprendere quando vuoi anche dopo diversi anni di stop.

Nei primi 15 giorni di training puoi verificare il metodo di lavoro, se sei insoddisfatto o altri problemi potrai richiedere senza spiegazioni l’intero pagamento.

Coach Paolo Lazzarin - Allenatore e Preparatore Professionista

Coach Paolo Lazzarin

Allenatore e Preparatore Professionista

Richiedi informazioni

Compila questo modulo per richiedere informazioni.
Sarai ricontattato il prima possibile.

Oppure scrivi una email a info@paololazzarin.com

La tua richiesta è stata spedita!
Sarai ricontattato il prima possibile

ATTENZIONE
Controlla la cartella SPAM se non vedi la mia risposta nella tua posta principale.